Bastagli Alfredo

Intervista

Alfredo Bastagli nasce a Fanano il 26 giugno 1925.

Frequenta il Liceo Classico dai Salesiani di Val Salice. Dopo l’armistizio sceglie volontariamente di arruolarsi nella RSI (Repubblica Sociale Italiana) dove diventa sottotenente, poi comandante di un plotone di mortai della GNR (Guardia Nazionale Repubblicana) e infine ausiliario della contraerea tedesca (FLAK) sul fronte romagnolo. Durante l’intervista Alfredo Bastagli racconta convintamente della sua fedeltà all’ideale nazionalista e una sua valutazione del destino bellico italiano, dei rapporti tra fascisti e Hitler, della genesi della lotta resistenziale.

00:09 informazioni sul suo nucleo familiare. Il padre faceva il calzolaio

01:21 il seminario presso l'opera Don Orione

01:49 le elementari a Canevare e il ginnasio

02:08 il Liceo Salesiano pareggiato di Val Salice

02:39 il ruolo del Fascismo a scuola. I sentimenti patriottici inculcati

04:08 l'insegnante unico

04:29 la guerra d'Abissinia appresa a scuola. L'esaltazione. Le idee di grandezza e potenza

05:37 i canti e il saggio ginnico

06:09 l'educazione al patriottismo: onore e sacrificio.  Il mito dei martiri risorgimentali

07:18 il tenore di vita della sua famiglia. L'auto sussistenza

08:03 la guerra di Spagna. Il bene contro il male

09:02 l'entrata in guerra dell'Italia. Il suo anti interventismo

11:06 Il morale del Regio Esercito e il basso tasso di diserzione

14:22 una valutazione della classe di comando del Regio Esercito

16:43 una valutazione sull'origine della Resistenza

18:47 i bandi di coscrizione obbligatoria della RSI

21:34 alle origini della Resistenza: l'attendismo

23:50 la strage di via Rasella

25:22 gli omicidi politici ad opera dei comunisti e le rappresaglie fasciste

30:41 il decreto hitleriano Nerobefehl

32:20 il 25 luglio: il tradimento e la caduta del Fascismo

35:36 la dichiarazione di guerra

36:38 la Repubblica Sociale Italiana e l'asservimento ai tedeschi

38:50 volontario della RSI nonostante la certezza della sconfitta bellica

40:24 i dettagli del suo arruolamento

41:15 diventa comandante di un plotone mortai della GNR (Guardia Nazionale Repubblicana) a Brescia

42:48 lo scioglimento della GNR. Nel settembre 1944 Viene inviato nella batteria contraerea n.88 della FLAK, sul fronte romagnolo

45:09 la batteria contraerea della FLAK

45:20 il rapporto con la popolazione

46:29 la sua sostituzione e il suo rinvio a Brescia (marzo 1945)

47:22 in un centro di addestramento a Verona (10 aprile 1945)

48:23 l'arrivo del 25 aprile. In una trattoria in abiti borghesi

49:25 il 28 aprile a colloquio dal CLN

49:53 due mesi di attesa in provincia di Bologna e poi il rientro a Fanano

50:36 i partigiani di Fanano

50:53 la sua fedeltà al Fascismo

52:31 una valutazione della Resistenza

55:30 il rapporto personale con Armando

56:08 se avessero vinto i nazi-fascisti

58:22 un messaggio per i giovani

Fanano (MO) in abitazione — 07 Maggio 2004.

Progetto/Ricerca: L'archivio delle Voci

Referente: ANPI Fanano e Sestola

Intervistatori: Alessandro Gherardini

Schedatura: Chiara Paris

Scarica l'App