Bugni Ermenegildo

Intervista

Ermenegildo Bugni nasce a L’Aquila il 2 novembre 1927

Dopo la morte del padre, socialista, a causa di un aggressione ad opera di fascisti, la famiglia Bugni si trasferisce a Bologna. Qui Ermenegildo aderisce alla formazione partigiana Fanano e diventa presto vice capo formazione di "Barba" (Bartolomeo Nicoletti). Tra le varie azioni a cui prende parte ricordiamo alcune delle principali: l'episodio di ponte Catello (27 maggio 1944); l'attacco alla caserma dei Carabinieri di Fanano (aprile ‘44); il combattimento di Montefiorino e lo sbandamento delle formazioni. Racconta con dovizia di particolari il contesto della formazione Fanano, i suoi rapporti con altri compagni e con il capo formazione "Barba". Viene poi arrestato dai tedeschi correndo il rischio di essere fucilato. L’intervista termina con alcune significative riflessioni sul suo posizionamento politico e l’evoluzione del comunismo in Italia.

00:08 Il periodo scolastico: l'educazione fascista e l'immaginario bellico
Albania

03:26 La vicenda del padre ucciso in seguito a un’aggressione fascista

05:25 Il trasferimento a Bologna
L'Aquila (AQ)

06:18 La presa di coscienza dell'assassinio di suo padre
Bologna (BO)

08:53 La caduta del fascismo e il suo posizionamento politico

10:00 Il suo ingresso nei partigiani (ottobre 1943)

10:12 Il racconto dettagliato dei suoi due arresti
Bologna (BO)

15:31 La decisione di andare in montagna
Vidiciatico, Bologna (BO)

16:43 L'incontro con "Barba" e la diffidenza

18:41 La creazione della settima brigata modenese comandata da Ettore Sighieri

20:27 Le dure condizioni di vita materiale
Libro Aperto, Fiumalbo, Modena (MO)

21:09 I rapporti con "Barba"

22:00 La promozione a vice capo formazione (maggio 1944)
Rocca Corneta, Bologna (BO)

23:32 L'armamento

24:40 L’arrivo tra i partigiani e il sequestro della sua valigetta

26:16 L'assegnazione del nome di battaglia
Mulino della Rocca, Serramazzoni, Modena (MO)

27:11 Un momento critico

28:47 La conoscenza con i capi Mario "il Napoletano", "Armando", "Davide"
Vesale, Modena (MO)

31:12 I lanci alla Croce Arcana
Croce arcana, Fanano, Modena (MO)

31:59 Le due occupazioni di Fanano e i lanci degli alleati
Monte Penna

32:28 I rapporti con "Armando" e Mario Nardi. L'orazione funebre per "Armando"
Pavullo Nel Frignano, Modena (MO)

33:47 Mario Nardi capitano dell'artiglieria

34:56 Le prime azioni di rilievo nella formazione di "Barba"

35:45 L'episodio di ponte Catello (27 maggio 1944) e l'agguato alla macchina dei tedeschi
Trignano, Fanano, Modena (MO)

38:20 Le punizioni di "Barba" per i partigiani renitenti
Ospitale, Modena (MO)

40:05 L'esplosione del ponte. La logistica dell'azione

45:26 Lo scontro a fuoco e l'esecuzione del tedesco

47:29 L'agguato alla macchina dei tedeschi

50:22 I documenti relativi alla Linea Verde

51:07 I cadaveri dei tedeschi

51:13 Lo scontro tra tedeschi e partigiani di Tommaso Ferrari "Tommasino"
Rocchetta Sandri, Modena (MO)

51:56 La convalescenza

52:57 L'attacco alla caserma dei carabinieri (aprile 1944)
Fanano, Modena (MO)

55:34 L'attacco a Fanano (maggio 1944) e il lancio
Pian della Farnia, Fanano, Modena (MO)

58:22 Lo scontro presso la Capanna Tassoni
Capanno Tassoni, Fanano, Modena (MO)

1:01:15 Uno scontro con i mezzi tedeschi. La divisione della formazione "Barba" e l'attacco
Cima Tauffi, Fanano, Modena (MO)

1:05:41 Le formazioni aggregate alla divisione Modena
Monte Belvedere, Lizzano in Belvedere, Bologna (BO)

1:07:32 A Bologna, nel comando partigiano di Zola Pedrosa
Zola Predosa, Bologna (BO)

1:08:03 Il ritorno in montagna a Montefiorino già conquistata (giugno 1944)
Rocchetta Sandri, Modena (MO)

1:09:14 Sull'origine del distretto di Montefiorino da una conversazione di "Armando"

0:00

00:01 Il rapporto di stima e amicizia con "Armando"

02:47 Gli attriti con "Armando" a causa della sua forza carismatica
Roma (RM)

04:03 Un tentativo di attentato ad "Armando"

06:32 La disciplina all'interno delle Formazioni: essere legati al palo

07:14 L'autonomismo di Nello. La fucilazione da parte della Polizia ausiliaria della Repubblica Sociale Italiana
Montefiorino, Modena (MO)

11:46 Il suo arresto da parte della Polizia ausiliaria
Via dell'Indipendenza, Bologna (BO)

13:07 Le vicende degli ausiliari comandati dal tenente Vincenzo Monti
Pian della Farnia, Fanano, Modena (MO)

16:08 Una riflessione sulle diverse forme di adesione alla lotta partigiana

19:42 Un aneddoto di orgoglio e debolezza nella formazione "Barba"
Pian della Farnia, Fanano, Modena (MO)

22:47 "Il gruppo dei duri". L'ostilità del partigiano "Barabba"

23:59 Una requisizione di formaggio

25:12 Altri partigiani della formazione "Barba"

26:18 La decisione di "Barba" di nominarlo vice

27:31 Un'azione alla Querciola
Querciola, Bologna (BO)

29:22 L'armamento dei fascisti

30:10 L'armamento dei partigiani della formazione "Barba"

32:34 Il partigiano paracadutato e il messaggio ascoltato in Radio Londra. Il lancio

35:22 L'apertura dei bidoni recuperati dal lancio

39:16 L'arrivo degli Sten. Gli armamenti
Bologna, Bologna (BO)

41:42 L'aneddoto della carne andata a male, la dissenteria e il carico di armi

45:15 L'aneddoto del mal di gola e la cenere calda

46:46 Il ferimento del partigiano "Piantada" durante il combattimento di Ceredolo
Ceredolo dei Coppi, Reggio Emilia

50:28 I giorni del combattimento di Montefiorino
Lama Mocogno, Modena (MO)

52:38 Il dinamismo della formazione "Barba": una formazione autonoma d'assalto

52:58 Il partigiano georgiano

55:20 Nei giorni del combattimento di Montefiorino. L'attacco di "Armando" a Piandelagotti
Piandelagotti, Modena (MO)

0:00

00:00 "Armando" e la raccolta dei frutti di bosco prima dei combattimenti

00:55 La delegazione di tedeschi nella Repubblica di Montefiorino

02:08 Il generale Clark e le resistenze degli statunitensi a proseguire il processo di liberazione dell’Italia
Monte Battaglia, Borgo Tossignano, Bologna (BO)

05:31 Un combattimento campale nei giorni di Montefiorino (30 luglio 1944), l'arrivo di una staffetta
Ceredolo dei Coppi, Reggio Emilia (RE)

12:04 La ripresa dello scontro
Frassinoro, Modena (MO)

15:58 L'ultima azione di resistenza. La mitraglia Breda a nastro

19:17 La violenza dello scontro. Il ferimento di "Piantada" e le operazioni di salvataggio

28:19 L'attraversamento del Ponte Dolo incendiato
Ponte Dolo, Reggio Emilia (RE)

29:24 Il presunto tradimento da parte degli alleati. L'operazione bloccata

31:41 Lo spostamento sulla Linea del fronte. L'incidente della sponda del camion

36:35 L'arrivo di un motociclista informatore

37:45 Le raganelle tedesche, l'inizio del combattimento e i colpi di mortaio
Reggio Emilia (RE)

41:37 L'arrivo a Ceredolo e l'astuzia di "Barba"

46:33 L'incontro ravvicinato con i tedeschi. La carneficina

49:43 La ritirata e i colpi di mortaio

0:00

00:00 La ritirata. L'abbandono di "Piantada" nei pressi di un casolare e la sepoltura delle armi pesanti
Montefiorino, Modena (MO)

01:21 Il trasporto della mitragliatrice Spandau
Poggiolforato, Bologna (BO)

02:24 L'arrivo a Montefiorino sul cassone di una corriera
Montefiorino, Modena (MO)

04:33 Lo sbandamento
Frassinoro, Modena (MO)

05:08 L'attacco a "Barba" e l'incendio della sua abitazione

06:09 Lo scontro alla Madonna dell'Acero
Madonna Dell'Acero, Lizzano in Belvedere, Bologna (BO)

08:12 Il passaggio del fronte da parte di "Armando". Lo scontro con il Comandante Ettore Sighieri

15:55 L'arrivo a Le Caselle e l'arresto da parte dei tedeschi
Le Caselle, Modena (MO)

16:16 L'interrogatorio. L'esecuzione scampata

17:35 La fuga
Fanano, Modena (MO)

17:59 Il primo incontro con "Barba" dopo la fine della guerra (1954)
Pian della Farnia, Fanano, Modena (MO)

19:09 L'episodio di Pian Della Farnia, racconta come scoprì la fine che avevano fatto i due tedeschi prigionieri
Dardagna, Fanano, Modena (MO)

23:02 L'ambiguità dell'ordine del comandante Ettore Sighieri

24:08 La fuga da una carretta tedesca

25:08 Altri dettagli sulla sventata esecuzione e sui giorni di prigionia in viaggio verso il Veneto
Vignola, Modena (MO)

31:00 La fuga
Crevalcore, Bologna (BO)

33:33 Un messaggio per i giovani

34:43 Lavorare in fabbrica senza umanità. La coscienza di classe

37:34 La formazione politica nel partigianato

39:01 L'utopia del comunismo

41:41 La scissione del partito comunista

42:41 Essere partigiani comunisti dopo la Liberazione
Bologna, Bologna (BO)

44:06 L'ANPI di Bologna e i giovani iscritti

45:38 L'antiamericanismo

46:06 La sua coscienza politica e il rischio della strumentalizzazione dei giovani

49:05 I suoi viaggi in URSS. I Kolchoz
Unione Sovietica

55:27 L'utopia della società comunista e la degenerazione dittatoriale

0:00

In abitazione privata, Pavullo (MO) — 16 Luglio 2002.

Progetto/Ricerca: L'archivio delle Voci

Referente: ANPI Fanano e Sestola

Intervistatori: Alessandro Gherardini

Schedatura: Chiara Paris

Progetto a cura di: Comuni di Fanano e Sestola

Coordinamento progetto: Antonio Canovi

Data entry: Andrea Caira

Specifiche tecniche.

Durata: 04:00:00

Numero file : 4

Scarica l'App