Monastero di San Domenico

Rifugio per ebrei

Montecreto (Mo) | 44.24985 E - 10.71687 N |

Importante è l’opera svolta dal parroco di Montecreto, don Ercole Bertolani, che si è sempre impegnato per preservare la popolazione dagli eventi bellici e per l’opera di salvataggio di alcuni ebrei. Nella primavera del 1944, infatti, nasconde nel monastero alcuni profughi ebrei provenienti da Sestola, mentre altri quattro, originari della ex Jugoslavia, li affida alla famiglia abitante a Ca’ Borra. Il parroco provvede non solo al vitto, ma procura le carte di identità false e le tessere annonarie. Nel frattempo la situazione diventa molto pericolosa e per questo affida gli ebrei che soggiornano a Ca’ Borra ai partigiani, mentre lo stesso don Bertolani trova il modo di falsificare dei documenti della Todt, che trasformano gli ebrei in lavoratori destinati ai cantieri in Toscana; non solo, riesce anche a ottenere alcuni sussidi destinati agli sfollati nella Repubblica Sociale. “… ma la carità non guarda alla carta d’identità”, così il parroco scrive nel suo diario.

Indirizzo

Via Castello, 32, 41025 Montecreto (Mo)

Apri su Google Maps

Scarica l'App