Cippo della Faggiaccia

Le cinque donne uccise

| 44.20454 E - 10.48864 N |

Il giorno 11 novembre 1944, nel luogo detto “La Faggiaccia”, lungo la strada per il Passo del Saltello, tre graduati tedeschi sorprendono cinque donne di ritorno dalla Toscana, dopo una breve discussione le uccidono a sangue freddo. I corpi delle donne vengono riesumati nel luglio del 1946. Nel verbale di esumazione i carabinieri scrivono che le donne si erano recate in Toscana, chi per trovare il marito, chi per porre in salvo il bestiame. Un soldato tedesco, presente all’episodio, qualche giorno dopo il fatto diserta e durante l’interrogatorio di routine racconta ciò che ha visto; tale dichiarazione resa permette alla Procura Generale Militare della Repubblica Italiana di aprire il fascicolo n. 1523, ma le indagini non riescono a individuare i colpevoli. Nel dopo guerra la comunità ha eretto un cippo con i nomi e le fotografie delle vittime. Nel 2013 la scultura in sasso sul cippo, raffigurante la chiesa di S.Annepelago, viene trafugata da ignoti, ma già l’anno seguente il monumento viene restaurato con l’apposizione di una nuova targa e di una nuova scultura, simile alla precedente.

Scarica l'App