Roncoscaglia

Gli ostaggi del 4 luglio riparano il ponte

Roncoscaglia, Sestola (Mo) | 44.23714 E - 10.74742 N |

Gli ostaggi catturati a Sestola al mattino del 4 luglio 1944, arrivano al ponte detto “del Prete”, che i partigiani avevano fatto saltare il 20 giugno precedente. I tedeschi fanno scendere gli ostaggi e li costringono a sistemarlo, tra questi c’è anche don Crovetti, che a Sestola era riuscito a sfuggire al rastrellamento, ma che poi s’era dovuto consegnare spontaneamente quand’era stato avvertito: se non si fosse presentato, i tedeschi avrebbero bruciato Roncoscaglia dov’era parroco. I soldati della Feldgendarmerie si accaniscono particolarmente contro di lui, prendendolo a schiaffi e a pugni. In serata, terminata l’opera di ripristino del ponte, la colonna prosegue verso le carceri di Pievepelago. Dopo tre giorni e dopo aver rilasciato alcuni ostaggi, gli altri, tra cui don Crovetti, vengono trasferiti a Fossoli, dove proseguiranno per Dachau.

Scarica l'App