Canonica di don Pasquino Borghi

Il salvataggio degli ex prigionieri alleati

Tapignola, Santonio, Villa Minozzo (Re) | 44.33563 E - 10.44492 N |

Don Pasquino Borghi, nato nel 1903, è parroco a Coriano-Tapignola dai primi anni Quaranta. Dopo l’8 settembre, entra nel movimento partigiano col nome di “Albertario” e la canonica di Tapignola diventa rifugio per prigionieri alleati, soldati italiani sbandati e partigiani, diventando un punto di riferimento per il movimento partigiano reggiano, insieme a quella dell’amico don Carlo. La sua attività non passa inosservata, e il 21 gennaio 1944 don Pasquino viene arrestato dai fascisti a Villa Minozzo e trasferito in carcere a Reggio Emilia.

Muore il 30 gennaio, fucilato al Poligono di tiro.

Un busto di don Pasquino Borghi è stato collocato lungo il vialetto di accesso alla chiesa. All’interno della quale un mosaico lo raffigura insieme ad alcune scene della lotta partigiana.

Indirizzo

Via Pradancino, 30, 42030 Santonio di Villa Minozzo (Re)

Apri su Google Maps

Scarica l'App